Io sono Leggenda

Dopo tanta, troppa attesa, finalmente sono riuscito a vederlo!

Che dire, gran film!!!

A detta di Richard Matheson, autore del romanzo da cui è tratto il film, questa è la migliore trasposizione di quel libro sul grande schermo.

Io non ho letto il libro e non ho visto gli altri film tratti da esso (tra tutti l’italiano L’Ultimo Uomo Sulla Terra), ma posso tranquillamente dire che questo, nonostante forse abbia leggermente deluso le mie aspettative, è un gran bel film, magari non il capolavoro annunciato, ma proprio un gran bel film.


Andiamo al sodo:
La dottoressa Krippen scopre una cura contro il cancro che consiste nel modificare geneticamente un virus e inocularlo nei pazienti. Ma il virus muta spontaneamente sfuggendo al controllo dei medici e causando un epidemia che uccide miliardi di persone e trasformandone milioni in una sorta di vampiro mutante, sensibile alla luce e dalla forza e dalla fame sovrumane.
A New York l’unico sopravvissuto è Robert Neville, colonnello delle esercito statunitense immune al virus, deciso a trovare altri sopravvissuti, ma soprattutto una cura contro il virus che rischia di far estinguere la razza umana.

Il film, nonostante sia in gran parte incentrato sul solo Will Smith, scorre molto piacevole, regalando emozioni anche piuttosto forti, come il primo incontro (nostro) con i mutanti-vampiri, o l’assalto all’abitazione del colonnello Neville.

Il regista Francis Lawrence (Constantine) ci aiuta a capire meglio la vicenda tramite numerosi flashback che raccontano i momenti immediatamente precedenti la diffusione del virus, permettendoci anche di capire meglio il personaggio di Robert Neville.

Ottima l’interpretazione del sempre più bravo Will Smith, così così la digitalizzazione dei mutanti, che per quanto buona non si può definire eccelsa.
Menzione a parte va fatta per la splendida interpretazione di Abby, bellissimoo pastore tedesco che interpreta Sam, l’unica compagnia del colonnello per tre quarti del film (mutanti esclusi).

Piccolo cameo per Emma Thompson (doppio oscar per “Ragione e Sentimento” , sia come attrice protagonista che per la migliore sceneggiatura non originale), nei panni della dottoressa Krippen.

Se vi aspettate un horror o un film di azione adrenalinico, resterete profondamente delusi.
Io sono leggenda è un film drammatico, con momenti molto concitati e anche qualche piccolo sobbalzo sulla sedia, ma non è ciò che il trailer faceva credere, e cioè una sorta di Resident Evil (inteso come il videogioco).
Partendo da queste premesse posso tranquillamente dire che il film mi è piaciuto anche se, forse, mi aspettavo qualcosa di diverso.

In ogni caso film consigliatissimo (uno di quei pochi per cui vale la pena di aver speso qualche soldo al cinema), se non altro per la grandissima prova di Will Smith.
Il principe di Bel-Air è cresciuto ;-).

La Frase (grazie fata83):
”Le persone che cercano di far diventare peggiore questo mondo non si concedono mai un giorno libero”