by Lenticchia
I Could Never Be Your Woman

Una bellissima Michelle Pfeiffer è la protagonista di questa commedia romantica.
Dopo averla vista nel ruolo della cattiva in “Stardust” ed in “Hairspray” la ritroviamo qui dolce, materna ed a tratti vulnerabile.

In questa commedia è Lucy, una donna sulla quarantina, divorziata, con una figlia in pieno sviluppo puberale con le sue prime esperienze d’amore ed ha sempre con sé una specie di grillo parlante vestito di bianco con lunghi capelli ricci, che non fa altro che prenderla in giro e scoraggiarla.
Sul set di “Vai forte pupa” dove lei lavora, conosce lui, ventinovenne attore-comico sconosciuto (Paul Rudd), che le fa una corte spietata.
Alla fine Lucy cede, ma come tutte le donne che hanno uomini più giovani e grazie alla “collaborazione” di una perfida assistente si sente insicura, vecchia e con un corpo cadente (se è possibile per una donna come lei), perciò si fa prendere dal panico e lo molla.
Ma come ogni commedia romantica che si rispetti, dopo varie vicissitudini e dimostrazioni d’amore da parte del giovane, sia Lucy che la figlia coroneranno il loro sogno d’amore.

Molto divertente e spiritosa la scena del primo appuntamento, durante la quale lei vedeva gli occhi di tutti su di sè, che la giudicavano vecchia (“Cosa ci fa quel bel ragazzo con la mamma?”).
Spiritoso è anche l’ex-marito, con la sua giovane terza compagna, che fa di tutto per sembrare sempre più giovane come per esempio interventi estetici, trapianti di capelli, abiti particolarmente sportivi, anche se effettivamente non ci riesce per niente bene. Ogni volta che va a prendere la figlia ruba un oggetto da casa sostenendo di averlo acquistato lui, tanto che la figlia prima di andare con lui restituisce le cose alla madre.

Anche questa è una commedia americana che alla fine “prova” ad insegnarci qualcosa, ma è anche gradevole, con un buon cast ed a tratti spiritosa, adatta a tutte l’età.

Da sottolineare la regia di Amy Heckerling, già regista di “Senti chi parla” e “Senti chi parla adesso

Forse molti non sanno che Michelle Pfeiffer ha avuto solo recentemente la sua stella ad Hollywood Boulevard destinata a celebrare le star, in occasione dell’uscita della pellicola “Stardust“, film in cui interpreta una strega cattiva proprio alla ricerca di una stella.

Trailer (in inglese purtroppo)