by Lenticchia

Premonition

Linda (Sandra Bullock) ha una bella casa, un marito che la ama e due bellissime bambine. La sua vita è fantastica, ha tutto ciò che ha sempre desiderato, fino al giorno in cui riceve la terribile notizia che suo marito Jim (Julian McMahon) è morto in un incidente d’auto.
Per lei è un incubo che diventa realtà. Ma succede qualcosa di incredibile quando si sveglia il giorno dopo: suo marito è ancora vivo.
Inizialmente Linda crede di aver fatto solo un brutto sogno, ma poi succede ancora: alcuni giorni si sveglia e Jim è accanto a lei vivo, mentre altri giorni si sveglia ed è morto.
Inspiegabilmente vive i giorni in maniera disordinata. Linda è sempre più confusa e cerca di capire.
Il suo mondo si capovolge, le circostanze la portano alla scoperta che la sua vita potrebbe non essere stata come lei l’aveva sempre creduta.
Cerca di salvare disperatamente la sua famiglia e soprattutto la vita di suo marito, così inizia una gara contro il tempo ed il destino per cercare di salvare tutto ciò che lei e Jim hanno costruito insieme, ma alla fine perde con la consapevolezza però, che tutto ciò che aveva costruito era frutto d’amore, anche il terzo bimbo che portava in grembo.
Jim l’amava ed amava le loro figlie, non l’aveva mai tradita.

Questo film è molto bello, profondo e pieno di colpi di scena, ma purtroppo non ha il lieto fine che tutti sperano, me compresa. Jim muore davanti gli occhi di Linda impotente, dopo averle fatto una bellissima dichiarazione del suo amore.

In questo film, diretto da Mennan Yapo, alla fine ci si districa faticosamente nel distinguere le premonizioni dalle vicende che realmente stanno ccadendo, cioè i sogni dalla realtà.

Protagonista assoluta è Sandra Bullock, la quale regge il ruolo con disinvoltura, calandosi nella parte con misurata drammaticità.
Il marito Jim  ha inevitabilmente un ruolo secondario, ma è molto bello ed affascinante, per questo alla fine tutte le femminucce faranno il tifo per lui.

La Frase:
“E’ solamente un sogno, non c’è da preoccuparsi…”